Riabilitazione e prevenzione

la preparazione fisica permette di prevenire infortunie e infiammazioni.

Riabilitazione e prevenzione di infortuni

Lo sport della Vela è uno sport che richiede un fisico allenato e pronto ad ogni situazione. In barca possono verificarsi due tipologie di infortuni: quelli dovuti a traumi diretti e quelli dovuti a infiammazioni da sovraccarico funzionale.

Traumi diretti in barca

La preparazione fisica ha i compito di ridurre al minimo le situazioni di affaticamento fisico in cui si perde “lucidità” e reattività nei movimenti. Nei momenti di stanchezza, soprattutto su regate d'altura e in solitaria, i rischi per la propria incolumità aumentano in modo considerevole.

Il mare non perdona. E le situazioni meteo non sono modulabili. Quando ci si trova in situazioni difficili in mare non si può decidere di uscirne in fretta se non è il mare stesso a deciderlo. Risulta quindi fondamentale essere pronti fisicamente migliorando la propria forza resistente, potenziando il sistema aerobico per avere maggiore lucidità dopo giorni di navigazione, migliorare l'equilibrio e la propriocezione del piede e caviglia, perché inciampare o cadere in acqua è un problema che è meglio non si presenti.

Nei casi di “sfortuna” in cui il trauma purtroppo avviene, avere un fisico allenato e con articolazioni forti e in salute riduce notevolmente l'entità del danno fisico e può essere determinante nella scelta se proseguire nella regata o dover decidere di ritirarsi. Naturalmente difficilmente si può preparare il fisico a subire meno un trauma cranico o una lesione alla spalla, ma possiamo rendere il fisico più forte e limitare l'aggravarsi dell'infortunio.

Mal di schiena e Vela

Infiammazioni e contratture muscolari

Chiunque naviga in barca a Vela, sia che parliamo di derive, catamarani o cabinati, sa quanto sia sollecitato il fisico da forzi improvvisi e a “freddo”. Il mal di schiena è spesso conosciuto in chi va in barca e spesso accompagna molti Velisti per molto tempo.

La preparazione fisica e la ginnastica posturale possono ridurre o eliminare il problema direttamente alla radice. L'analisi delle posture in barca può permettere di ridurre le situazioni favorenti il “ mal di schiena” ma sicuramente un aiuto deciso viene da un lavoro fisico fatto “a secco”.

Le situazioni di maggior rischio sono quelle in cui il fisico ha una muscolatura non adeguatamente “condizionata” per lo sport della Vela. Le rigidità presenti nel fisico, dovute a sedentarietà e/o mancanza di allungamento muscolare , sono la causa principale di infiammazioni e traumi muscolari. La ginnastica posturale andrà accompagnata al lavoro di preparazione fisica in modo da rendere più flessibile la muscolatura e le articolazioni, così da evitare al minimo il verificarsi dell'infortunio.

La determinazione e passione che muove ogni Velista permette di compiere imprese uniche e di grande valore; preparare prima il fisico permette di fare meno fatica, rischiare di meno e soprattutto “godersi con più serenità” la propria passione.

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni sul tuo obiettivo agonistico o di divertimento, specificando la tipologia di barca, regata e ruolo ricoperto.